Illustrazioni di Andrea Rauch

Andrea Rauch • BIO

Habitat per una fiaba, Illustrazione March 9, 2016

Andrea Rauch è nato a Siena nel 1948.

La carriera da grafico, art director, curatore, pittore
Socio fondatore dello studio ‘Graphiti’, insieme a Stefano Rovai (Firenze, 1983-1993), dal 1994 progetta con la sigla ‘Rauch Design’.
Professionalmente attivo dalla metà degli anni ‘70 ha collaborato, nel tempo, con enti e istituzioni (quali la Biennale di Venezia, il Festival Cinematografico di Cannes, il Centre Georges Pompidou, il Museo de Arte de Sao Paulo (MASP), la Fondazione Piero della Francesca, l’Unione dei Teatri d’Europa…) o raggruppamenti e movimenti politici o d’opinione quali Greenpeace, Unicef, Mouvement pour la paix.
Come Art Director del servizio editoriale della Regione Toscana, ha curato, dal 1981 al 1983, il complesso di manifestazioni per il Centenario di Pinocchio. Iniziative e mostre a Firenze, Roma, Venezia, Losanna, Lugano, Parigi, San Paolo, Tokio, Kyoto, Osaka. Contemporaneamente ha seguito la parte grafica di alcune delle più importanti mostre d’arte contemporanea a Firenze: da ‘Siqueiros e il muralismo messicano’ (1976), a ‘Paul Klee’ (1981), a ‘Fausto Melotti’ (1981).Nel 1985 ha curato la sezione ‘Grafica irregolare’ della mostra ‘Italie aujourd’hui’ al Museo di Villa Arsan a Nizza e nel 1988 la mostra ‘Novas tendencias da grafica italiana’ al Paço Imperial di Rio de Janeiro. Tra gli altri allestimenti vanno ricordati quelli per la mostra ‘Disegnare il libro; grafica editoriale in Italia dal 1945 ad oggi’ (Bologna, 1988) e ‘Autour de Maurice Sendak’ per il Salon de Livre de Jeunesse de Montreuil (1987). Ha curato inoltre la mostra ‘Quattro Stelle. Graphic Design in Europa’ (1993, Roma, Palazzo delle Esposizioni) e ‘Leo Lionni. Art as a Celebration’ (Itabashi Art Museum, 1996; Siena, Santa Maria della Scala, 1997).

Da ricordare la progettazione di due dei manifesti ufficiali dedicati alla Conferenza Mondiale dell’Ambiente (Rio de Janeiro, 1992) e al secondo centenario della ‘Dichiarazione dei diritti dell’uomo’ (Parigi, 1989). Quest’ultimo, disegnato con Stefano Rovai, è stato inserito nella grande mostra dedicata a ‘The best 100 posters of Europe and the United States, 1945-1990’ (Tokyo, 1995).

Dal 1984 al 1995 ha impaginato e disegnato copertine per ‘Linea d’ombra’, rivista diretta da Goffredo Fofi.
Dal 1988 al 1992 ha curato la grafica per il Festival Internazionale del Teatro di Caracas e dal 1992 ha collaborato con l’Unione dei Teatri d’Europa, l’associazione, fondata da Giorgio Strehler, che raccoglie i più importanti teatri stabili del continente. Nel 1996 ha progettato la nuova immagine dell’Ente Lirico Arena di Verona.
Collaboratore di molti teatri e compagnie teatrali ha disegnato manifesti, grafica e scenografia per Teatro Stabile di Bolzano, Teatro Gioco Vita, Teatro delle Briciole, Burattini del Sole, Teatro della Tosse, Sipario Stregato, Centro per la sperimentazione e la ricerca teatrale di Pontedera, Teatro Comunale di Firenze, Teatro dell’Elfo, Teatro Porcospino, Teatro di Piazza o d’occasione, Teatro di Roma, Teatro Petruzzelli di Bari, Teatro Massimo di Palermo, Teatro Stabile del Veneto, Teatro dei Rinnovati di Siena.
In anni più recenti si è occupato particolarmente di grafica istituzionale per grandi enti o avvenimenti. In questo quadro si possono ricordare l’immagine coordinata per la Regione Toscana (1995) e per i Comuni di Siena e Ferrara (1994, 1997), i sistemi di immagine e segnaletica per il Quinto Centenario della morte di Piero della Francesca (1989-1993), per le mostre ‘Domenico Beccafumi’ e ‘Francesco di Giorgio Martini’ (Siena, 1991 e 1993).

Dal 1995 al 2008 è stato Art Director del complesso Santa Maria della Scala a Siena dove ha curato e allestito, nel 1999, la mostra ‘Epoca, 1945-1999, manifesti tra vecchio secolo e nuovo millennio’.

Ha curato, inoltre, esposizioni dedicate a famosi grafici e illustratori: tra questi, oltre ai già citati Maurice Sendak e Leo Lionni, Milton Glaser (Vicenza 1989, Arezzo 1991, Milano 2000), Etienne Delessert (Roma 1991), Toti Scialoja (Bologna 1991), Roberto Innocenti (Bordeaux 1989, Pistoia 2005, Bologna 2006), Paul Davis (Siena 2005), Lorenzo Mattotti (Siena 2006).

Nel 1998 ha progettato l’immagine coordinata dei Musei fiorentini. Nel 1999, in occasione del Grande Giubileo, ha curato, per la Regione Toscana, la parte grafica della segnaletica regionale per ‘I luoghi della fede’, e nel 2008 ha progettato immagine e segnaletica per il MAV, museo virtuale dell’area archeologica napoletana.

Direttore artistico per la fondazione Meyer di Firenze ha curato, in tal veste, gli arredi artistici del nuovo ospedale pediatrico (2004-2007).

Nel 1996 ha progettato il simbolo e l’immagine coordinata del raggruppamento politico l’Ulivo.
Dal 2001 al 2012 ha disegnato per la Regione Toscana tutti i manifesti dedicati al Giorno della Memoria, in ricordo delle vittime dell’Olocausto.
Dal 1978 al 2011 ha collaborato con i sistemi educativi del Comune di Pistoia: da quel complesso di esperienza è nato il libro ‘Immaginando’, che raccoglie i disegni di trent’anni di lavoro comune.

Nel 2003 il Sindaco di Siena lo ha incaricato di dipingere il drappellone per il Palio del 16 agosto, dedicato a Duccio di Boninsegna.

Insegnamento
Tra il 1987 e il 1991 Andrea Rauch ha insegnato ‘Immagine coordinata e segnaletica’ al corso di Grafica superiore presso l’Istituto Europeo di Design (IED) di Milano. Negli stessi anni ha tenuto seminari e corsi presso l’ISIA di Urbino, la Escuela Superior de Deseno Industrial (ESDI) di Rio de Janeiro, la Facultade Santa Marcelina di Design e il Museu de Arte de Sao Paulo (MASP), l’Università Internazionale dell’Arte (UIA) di Firenze.
Nel 1989 e 1990 è stato External Examiner presso il College of Marketing e Design dell’Università di Dublino e nel 1993 ha fatto parte della Commissione di Laurea dell’ESAG (Ecole Superieure d’Arts Graphiques) di Parigi. Dal 1994 al 2002 ha tenuto la cattedra di Grafica presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università di Siena. Dal 2003 al 2009 ha diretto, con Gianni Sinni, il blog Socialdesignzine, edito dall’AIAP, che ha pubblicato oltre 3000 post di notizie, commenti e approfondimenti sulla grafica, la comunicazione e l’immagine.

Pubblicazioni
Nel 1998 e nel 2002 le Edizioni Nuages hanno pubblicato i volumi ‘Design & Identity’ e ‘Dis-continuo’, due vaste ricognizioni sul suo lavoro grafico.
Per Electa ha pubblicato il volume ‘Grafica, Graphic Design, simboli e segnali’ (2005) e per Mondadori ‘Graphic Design’ (2006).
Nel 2009 la casa editrice Usher Arte ha pubblicato la sua raccolta di testi ‘Il mondo come Design e rappresentazione’ dedicata ai progettisti e agli artisti con cui Rauch ha collaborato nel corso degli anni.
Nel 1993 la rivista giapponese ‘Idea’ lo ha inserito in un numero speciale dedicato a ‘100 World Top Graphic Designers’. Presente nell’edizione 1994 del ‘Who’s who in Graphic Design’.
Nel 2010 è stato tra i fondatori della casa editrice Prìncipi & Princípi.

Illustrazioni
Numerosi i suoi libri illustrati: da ‘Il giornalino di Gian Burrasca’ e ‘Le avventure di Pinocchio’ (Nuages 2004 e 2006), a ‘Alice nel paese delle meraviglie’ (Prìncipi & Princípi 2010).
In uscita presso Gallucci ‘Pinocchio: le mie avventure’ (con Guido Scarabottolo) e ‘Le meraviglie di Alice’.

Opere in collezioni pubbliche, esposizioni
Suoi manifesti fanno pare delle collezioni del Museo d’Arte Moderna di New York, del Museo della Pubblicità del Louvre e del Museo d’Arte e Grafica di Zurigo.
Parte del suo archivio (manifesti, progetti, disegni originali, libri…) si trova presso l’Archivio del Progetto Grafico dell’Aiap, dove è consultabile on line.
Ha esposto manifesti e disegni a Siena, Roma, Milano, Lubjana, Zagabria, Praga, Pecs, Parigi, Chaumont, Caen, Saint Malò, Madrid, Barcellona, Tenerife, Guadalajara, Città del Messico, Caracas, Sao Paulo, Rio de Janeiro, Tokio, Osaka, New York, Boston.

La critica
Sulla sua opera grafica e sulle sue illustrazioni hanno scritto Giovanni Anceschi, Roberto Barzanti, Adolfo Natalini, Alessandro Savorelli, Goffredo Fofi, Gunter Rambow, Antonio Faeti, Ferruccio Giromini, Aldo Colonetti, Mara Campana, Gillo Dorfles, Omar Calabrese, Marco Pierini, Luigi Di Corato, Walter Fochesato, Luca Novelli, Anna Castagnoli, Roberto Denti, Mario Piazza, Alain Weill, Steven Heller.

Link utili:
http://www.rauchdesign.com/index.html
http://www.nuages.net/autori.asp?autore=19
http://www.aiap.it/cdpg?IDsubarea=169&IDsez=338

Andrea collabora con noi alla realizzazione di Habitat per una fiaba

laluna_1